Pulizia energetica personale

Cosa trovi in questo articolo

La tua energia può essere alzata o abbassata, grazie a una pratica meravigliosa che oggi vogliamo insegnarti, quella della pulizia energetica.

Quando incontri qualcuno che brilla te ne accorgi subito. La sua energia splende e riempie la stanza, è piacevole stare in sua compagnia e quando la conversazione è finita non senti addosso alcuna pesantezza: il tempo è come se fosse volato. Anche tu hai avuto momenti in cui emanavi quell’energia e forse stai brillando anche adesso, oppure come spesso accade, gli eventi della vita hanno lasciato una patina che sta oscurando la tua vera brillantezza.

Splendere è lo stato naturale dell’anima, non dovrebbe essere un’eccezione. La routine del quotidiano lentamente può inghiottirci in spirali di cattive abitudini, che con il tempo abbassano la nostra frequenza vibrazionale e chiudono il cuore, intasano i canali energetici e offuscano la mente con preoccupazioni e idee fisse. Praticando una pulizia energetica completa, puoi recuperare la tua capacità di splendere, di aprire il cuore e ritornare in allineamento con la tua anima.

Che cosa possiamo pulire con la pulizia energetica?

Ogni giorno puliamo il nostro corpo, ce lo hanno insegnato da piccoli e ormai è un gesto che eseguiamo senza pensarci. Se facciamo una doccia di prima mattina e poche ore dopo ci lanciano della vernice sul volto, cerchiamo di rimuovere subito buona parte della macchia e quando possibile rifiniamo la pulizia per ritornare puliti. Questo è semplice perché le macchie e le impurità del corpo le vediamo con gli occhi e le sentiamo con l’olfatto. Ma cosa succede con tutto il resto di noi?

Come abbiamo un corpo fisico, fatto di carne e ossa, abbiamo un corpo energetico emozionale, fatto di passioni e desideri. Abbiamo un corpo eterico, composto di energia vitale e uno mentale, che è fatto dai nostri pensieri. Ma non è finita qui, perché nella nostra natura energetica, esiste anche un corpo spirituale, fatto della nostra energia più sottile, dove ha sede l’intuizione. Se pulire il corpo fisico è facile, perché siamo abituati sin da piccoli e vediamo quando si sporca, pulire gli altri corpi è molto più complesso. Nessuno ci ha mai detto che le emozioni, i pensieri e l’intuizione formano dei corpi energetici, nessuno ci ha mai detto che possono sporcarsi e che possiamo pulirli.

Capire quando fare pulizia energetica

Imparare come ripulire i corpi energetici è fondamentale ma non basta, è necessario capire quando farlo. Nella vita di tutti i giorni, pochi hanno il tempo di praticare pulizie energetiche quotidiane o settimanali, sebbene sarebbe una bellissima abitudine, è poco pratico ed è quindi utile comprendere quali sono i momenti in cui i vari corpi energetici hanno bisogno di una ripulita. Personalmente consiglio di dedicare un giorno o due, appena dopo la luna piena, per fare una pulizia generale, ma questo è fattibile se si riesce a non fare accumulare le energie negative durante il giorno, comprendendo quando accumuliamo energie pesanti e prendendo subito provvedimenti.

La pulizia energetica del Corpo eterico

Il primo corpo energetico da tenere sotto controllo è quello eterico, è il primo corpo di energia sottile e quello che più facilmente si riesce a vedere anche ad occhio nudo. Se vuoi provare a vederlo, mettiti in una stanza con la luce alle spalle, allunga la mano verso il muro e apri le dita, guarda oltre la mano sfocando lo sguardo e vedrai con la coda dell’occhio un alone intorno alla tua mano, quella è l’emanazione della tua energia vitale, che avvolge tutto il corpo e che forma il tuo corpo eterico.
Puoi capire che il corpo eterico è da ripulire quando si abbassa la tua energia vitale, senti più stanchezza del solito, sonnolenza, il corpo non reagisce con la normale velocità agli stimoli e sembra che sia pesante e intontito. Questo può accadere per motivazioni molteplici, alcune molto semplici come alimentarsi di cibo a bassa frequenza, carenza di idratazione, troppi alcolici o poca attività fisica. Le motivazioni però possono essere anche differenti, come il contatto con persone molto negative, invidiose, pessimiste e in generale tutte quelle che abbassano la nostra vibrazione e chiudono la nostra energia del cuore.

Come pulire il corpo eterico

La prima cosa da fare per la pulizia dell’energia eterica è una doccia. La pesantezza che si può accumulare in certi casi è molto grande e avere un gesto semplice è fondamentale, perché quando le energie sono a terra, non abbiamo la forza di compiere azioni troppo complicate. La doccia si dovrà fare in un modo particolare, senza sapone o shampoo, restando semplicemente in silenzio, sotto il getto d’acqua e utilizzando il proprio intento per lasciare che l’acqua porti via le energie negative. L’intento trasferisce il comando all’acqua e la autorizza a portarsi via le energie sgradite, non è complicato farlo, basta dire con il pensiero all’acqua di fare quel lavoro sulla nostra energia. In questo modo consentiamo che avvenga e usiamo il libero arbitrio per la nostra depurazione energetica. Questo lavaggio ha effetto anche su energie emozionali e mentali.

Altro metodo che si può utilizzare è un bagno con il sale grosso. Si riempie la vasca d’acqua, alla temperatura preferita, aggiungendo poi 3 chili di sale grosso. Non si dovranno aggiungere altri prodotti per detergere, semplicemente acqua e sale. Al termine si può fare una doccia normale per togliere il sale dalla pelle.
Bastano 30 minuti, distesi nella vasca con acqua e sale, per riequilibrare il corpo eterico. Personalmente gradisco accendere un incenso nel bagno, mentre la vasca si riempie, che poi spengo alcuni minuti prima di entrare nella vasca, areando la stanza per respirare al meglio. Si può anche accendere una candela o mettere in sottofondo qualche suono naturale, ce ne sono molti gratuiti in rete.
Se durante la permanenza nella vasca, si pratica la meditazione, vengono massimizzati gli effetti e ne beneficiano anche il corpo emozionale, mentale e spirituale.

Inoltre il corpo eterico è strettamente collegato a quello fisico. Per una pulizia completa è necessario permettere al corpo di rilasciare le tossine che hanno causato l’abbassamento dell’energia vitale. Questo si può fare in molti modi, il più leggero è praticare per qualche settimana una dieta ricca di frutta e verdura, povera di zuccheri, sale, farinacei, insaccati, alcolici e bibite. Non è necessario che l’alimentazione sia vegetariana, ma è bene limitare la carne quanto possibile e preferire carne e pesce alla griglia, evitando pietanze complesse.

Altri metodi per permettere al corpo di rilasciare le tossine sono l’alimentazione per alcuni giorni a liquidi, ovvero estratti di verdure e spremute di agrumi, oppure per chi ha già consapevolezza energetica e il benestare del suo medico, due o tre giorni di digiuno con acqua naturale (preferibilmente acqua energizzata).
Ognuno secondo il suo stile di vita può scegliere una purificazione del fisico più leggera ma duratura oppure più intensa, si sconsiglia di esagerare, ogni corpo ha le sue esigenze specifiche e nel dubbio consigliatevi con il vostro medico.

Corpo emozionale e mentale

I corpi energetici che richiedono più attenzione sono quelli emozionale e mentale, questi spesso interagiscono in modo molto stretto. Non è raro il caso in cui un’emozione ci porti a fare alcuni pensieri, i quali a loro volta aumentano l’emozione stessa e causano pensieri ancora più densi. Anche se spesso è molto difficile capire quale dei due sia coinvolto, c’è un modo semplice per capire se abbiamo bisogno di pulizia emozionale oppure di pulizia mentale. Le emozioni le sentiamo nel corpo, hanno una frequenza molto più bassa dei pensieri e se stiamo provando qualcosa di negativo lo sentiremo premere in qualche parte del fisico. Pensa a quando sei arrabbiato e il volto si scalda, piuttosto che lo stomaco che ribolle, oppure quando la paura di qualche evento futuro rende le braccia o le gambe fredde e molli. Se lo senti nel corpo è emozionale.

La mente invece è più sottile, serve più intuito per cogliere i momenti in cui ci servirebbe una pulizia. Serve avere almeno il dubbio e farsi la domanda: “la mia mente adesso è limpida?”. Se riesci a farti la domanda puoi eseguire questo semplice test, che ti dirà se hai bisogno di pulizia mentale.

Basta che premi il polpastrello dell’indice con quello del pollice, chiudi gli occhi e ti concentri sulla sensazione tattile, della pressione delle due dita tra loro. Non serve premere con grande forza, ma la sensazione fisica deve essere chiara. Tieni la mente su quella sensazione fisica per 1 minuto. Se la tua mente è pulita, avrai pochi o nessun pensiero che attraverserà la tua testa, se invece i tuoi pensieri scorrono copiosi, con frasi, immagini, ricordi o altro, avrai bisogno di ripulire il tuo corpo mentale.

Come ripulire emozioni e mente grazie alla meditazione

Il metodo migliore per ripulire le emozioni e la mente è la meditazione. Lo avrai già sentito da tutti e il motivo per cui se ne parla così tanto è che funziona e ha effetti benefici comprovati. Prima di proporti qualche semplice metodo per iniziare a meditare, se già non lo sai fare, voglio spiegarti come mai è utile meditare.
La mente ha come compito principale l’elaborazione delle informazioni. I sensi ci permettono di raccogliere una quantità incredibile di dati, dall’ambiente circostante e da quello interiore; fortunatamente una grandissima parte di questi dati non arrivano alla nostra coscienza e rimangono dentro la mente sotto forma inconscia. Se fossimo costretti ad essere consapevoli di ogni suono, odore, sensazione, parola scritta o ascoltata, di ogni immagine o dettaglio, che colgono i nostri sensi, ne saremmo sopraffatti e non riusciremmo a vivere in modo funzionante. La mente deve quindi elaborare, in modo conscio e inconscio, tutte queste informazioni, per permettere alla persona di risolvere problemi, di riflettere sul mondo e su sé stesso e per trovare le strategie migliori per raggiungere i suoi obiettivi e desideri.

Quando a fine giornata, abbiamo riempito la mente di dialoghi, eventi, riflessioni, notizie e video dai media e quant’altro, il sistema di elaborazione è sovraccarico. Meditare permette di ripulire quello stupendo macchinario che è la mente umana, permettendogli di continuare a funzionare nel modo corretto e non intasarsi. Meditare non serve a fermare i pensieri, non è il suo scopo e chiunque provi in tale impresa è destinato a fallire. Uno degli scopi della meditazione è invece osservare la mente, permettere al contenuto in eccesso di defluire e ripulire i canali di elaborazione dei dati. Puoi immaginare la meditazione come un sistema ottimo per riuscire a digerire i pensieri e le emozioni che hai mangiato durante il giorno, per fare in modo di non andare a dormire con lo stomaco in subbuglio. Questo è molto importante, in quanto se si va a letto con la mente intasata, ci penseranno i sogni a ripulirla, questo porta a nottate di incubi burrascosi e ci si sveglia più stanchi di quando si è andati a dormire.

Ci sono infinite tecniche per meditare, non serve però farlo in modo complesso per poterne trarre giovamento, basta farlo bene. Un modo semplice è sedersi senza appoggiare la schiena alla sedia, chiudere gli occhi e respirare in modo regolare. Inspirando ed espirando dal naso, facendo attenzione all’aria che entra e sfrega lungo i bordi interni delle narici, scende lungo la gola rinfrescandola, entrando nei polmoni e dilatandoli e poi restringendoli, facendo attenzione ai movimenti del petto, infine seguendola mentre esce dal naso. L’unica cosa da fare è osservare l’aria, facendo attenzione alle parti del corpo che muove o stimola. Se arriva qualche pensiero non lo si manda via, semplicemente si ritorna a seguire l’aria. La mente manderà qualche immagine, idea, anche suoni talvolta, si verrà distratti per un istante ma non importa, basterà ritornare a osservare l’aria.

Bastano 15 minuti di esercizio per iniziare a ripulire la propria mente ed emozioni, per averne maggiori benefici non è necessario prolungare di molto l’esercizio, bensì riuscire a meditare con più costanza. L’ideale sarebbe meditare anche poco, ma tutti i giorni, prima di andare a dormire.

Ci sono altri sistemi per la pulizia del corpo energetico e mentale, molto efficaci e conosciuti. Uno di questi si chiama EFT (Emotional Freedom Tecnique), questa tecnica permette, grazie alla digito pressione di alcuni punti dei meridiani, di liberare emozioni specifiche e sciogliere traumi passati. È uno strumento molto potente che porta a risultati veloci, anche laddove la persona non è consapevole di cosa abbia creato l’evento traumatico.
Per eseguirla è necessario frequentare un breve corso oppure affidarsi ad un terapeuta che la padroneggi. Consiglio a chi fosse interessato di impararla in prima persona, in quanto è uno strumento da usare molto spesso ed i corsi sono veloci e molto semplici da seguire.

Altro metodo per la pulizia del corpo mentale ed emozionale è il Reiki, anche in questo caso è necessario aver partecipato a un corso, nello specifico quello del primo e secondo livello. Il Reiki utilizza la canalizzazione di energie universali per l’armonizzazione e guarigione dei corpi energetici. Con il secondo livello di questa tecnica si è già in grado di poter lavorare sui corpi fisico, eterico, emozionale e mentale e oltre a ripulire le energie in eccesso o energizzare dove necessita, sarà possibile una profondo processo di guarigione delle cause. Spesso per la guarigione di sintomi più persistenti, cronici o di lunga data, è necessaria una serie di trattamenti, per questo consiglio di partecipare ai corsi e imparare lo strumento, in modo da essere autonomo e poter provvedere a mantenere le proprie energie sottili in armonia e poter lavorare sulle cause più ostiche in modo autonomo e per il tempo necessario.

La pulizia energetica del Corpo Spirituale

Il corpo spirituale è quello più leggero, la maggior parte delle persone non ne ha percezione chiara. Tutti lo abbiamo, tutti lo utilizziamo, anche se non sappiamo di farlo. Camminando per strada, mentre qualcosa ti distrae, ti viene in mente un’idea? Quell’intuito a volte è frutto della mente, a volte dello spirito. Serve un po’ di pratica per capire la differenza. Prima di girare l’angolo ti fermi un momento, come se avessi dimenticato qualcosa di importante e un attimo dopo qualcuno volta l’angolo di corsa? Potresti aver colto dei rumori in modo inconscio oppure aver percepito energeticamente la persona, utilizzando la tua intelligenza spirituale.
Sei sui mezzi pubblici e senza pensarci ti volti di scatto e vedi qualcuno che ti guarda in modo strano? Quello non potevi vederlo, non potevi pensarlo, in quel caso è la tua intelligenza spirituale che ti manda un messaggio.

Il corpo spirituale è quello che è più complicato da percepire, ma anche quello che si deve ripulire meno di frequente, questo perché solitamente viene utilizzato di meno e in modo automatico. Chi ha già intrapreso un cammino spirituale gradualmente ne prende consapevolezza ed inizia a utilizzare sempre di più la sua intelligenza e percettività spirituale, questo implica anche che dovrà prendersene maggiore cura, con tecniche sia di sviluppo che di pulizia. Per tutti gli altri, solitamente basta dormire più di 9 ore per rimettere in sesto le sue energie. Come possiamo però capire se abbiamo bisogno di qualcosa di più del sonno per ripulire le energie? I sintomi della sfera spirituale sono meno chiari delle altre e possono essere confusi con normali malesseri, quando questi persistono però sono indice di qualche malfunzionamento ed è saggio prendersene cura, prima che degenerino.

Sintomi di problematiche a livello spirituale possono essere uno stato di confusione leggera e mancanza di lucidità, la sensazione di persistente malinconia unita alla chiusura del cuore, visione disperata del futuro e costante senso di colpa sul passato, percezione di disconnessione dalla realtà, stato di ansia o paura costante anche se da soli e in assenza di pericoli. Questi sintomi possono essere causati da problematiche a livello spirituale quando solitamente non sono presenti e sono quindi eventi anomali e quando perdurano per più giorni. Se sono stati transitori oppure la normalità, è più probabile che derivino da altre cause psicologiche o emozionali.

Pulizia del corpo spirituale

La normale pulizia spirituale avviene con un sonno lungo e non disturbato, se questo non bastasse è necessario utilizzare metodi diretti per ripristinare il corretto funzionamento e pulizia delle energie sottili.
I metodi per pulire le energie spirituali sono in parte quelli già elencati: si può meditare in modo costante, per almeno 30 minuti (meglio se 45), per elevare la propria frequenza vibrazionale. Quando la frequenza sarà abbastanza alta eliminerà qualsiasi disarmonia a livello energetico, la chiave per riuscire in questo tipo di esercizio è la continuità, praticare per più giorni consecutivi porterà a risultati che non sarebbero raggiungibili in una sola sessione. Lo stesso vale per il Reiki, chi ha il secondo o terzo livello, può eseguire un auto trattamento al giorno, utilizzando i simboli di guarigione con il preciso intento di purificare il proprio livello spirituale e di recidere eventuali cordoni energetici esterni. Altri metodi possono essere l’utilizzo dei mantra o della preghiera, in questo caso non è tanto importante quale mantra si scelga o quale preghiera, quanto lo stato d’animo che si raggiunge durante queste pratiche. Per la purificazione spirituale è necessario elevare la propria frequenza vibrazionale, quindi è efficace quello che ci rende il cuore leggero, riempie di amorevole gioia e apre il cuore. Se il mantra o la preghiera scelta non permettono di raggiungere questo stato, non permette la purificazione energetica.


Conclusioni

Adesso sai come riconoscere i momenti in cui hai bisogno di purificare il corpo eterico, emozionale, mentale e spirituale; quanto sei in presenza di uno dei sintomi o situazioni tipiche di uno stato disarmonico, puoi applicare uno dei rimedi per fare pulizia. Sono i metodi più semplici ed efficaci per praticare una pulizia quotidiana o periodica dei tuoi corpi energetici e trovare quello più adeguato a te, ti renderà più semplice trasformare queste pratiche in routine, in modo che sia facile e automatico come lavarsi i denti dopo mangiato. La tua anima fa esperienza di questa realtà attraverso tutti i tuoi corpi, se mantieni pulito e funzionante ogni tuo campo energetico potrai splendere ogni giorno e illuminare la tua vita e quella di chi ti sta vicino. Ogni giorno può essere vissuto essendo la nostra versione migliore, per farlo dobbiamo prenderci cura della nostra natura fisica ed energetica, in modo da affrontare ogni giorno nel modo più autentico.

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Ricevi la newsletter sul mondo di StileNaturale

TI parliamo di sostenibilità...
e lo facciamo con Stile

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.