La liquirizia, la radice dolce che viene dall’Asia

Nelle nostre campagne si trovano le piantine di liquirizia, semplice da coltivare, deliziosa da mangiare

Si mangia, si beve e ci si fanno i medicamenti: con la Glycyrrhiza glabra, la gustosa liquirizia, l’erboristeria ha avuto di che sbizzarrirsi. E’ una pianta facilissima da far attecchire per talea e spesso nelle nostre campagne se ne trovano cespuglietti fioriti che passano ai più inosservati.
Dal X secolo dopo Cristo, quando i frati Benedettini la importarono dall’Asia sud – occidentale, la rizha (dal greco radice) glycos (dolce) ha trovato qui terreni fertili per la coltivazione, sopravvivendo però esclusivamente in Calabria.

Si mangia, si beve e ci si fanno i medicamenti: con la Glycyrrhiza glabra, la gustosa liquirizia, l’erboristeria ha avuto di che sbizzarrirsi. E’ una pianta facilissima da far attecchire per talea e spesso nelle nostre campagne se ne trovano cespuglietti fioriti che passano ai più inosservati.

Dal X secolo dopo Cristo, quando i frati Benedettini la importarono dall’Asia sud – occidentale, la rizha (dal greco radice) glycos (dolce) ha trovato qui terreni fertili per la coltivazione, sopravvivendo però esclusivamente in Calabria.

Ci vogliono ben 4 anni per portare a maturazione la pianta che viene nutrita con foraggi consociati come il mais, il loietto e l’avena. Nel mese di dicembre le radici sono pronte per essere raccolte avviandosi così al processo di lavorazione.

Queste vengono così lavate, sfibrate per poi estrarne il succo marrone che verrà solidificato per l’uso finale.

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Giulia Landini

Giulia Landini

Blogger e giornalista, Giulia Landini si occupa di ecologia applicata. Sperimenta la decrescita, cucina sostenibile, l’autoproduzione in tutte le sue forme zappettando nel suo orto urbano e sperimentale di 60 metri quadrati. Scrive per Stile Naturale, L’Altra Medicina Magazine, Style.it, oltre a condurre corsi di panificazione naturale, cucina vegetariana e crudista, trasformazione alimentare, autoproduzione di detersivi naturali in tutta Italia. Nel suo blog, seminterra, parla di come portare la decrescita in casa propria divertendosi. È uscito il suo primo libro, ‘Ecologia del Risparmio’, per la casa editrice bolognese La Linea, dove parla di come vivere una vita a impatto zero. Anche per il portafoglio.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]