Come fare il pane con il lievito madre (seconda parte)

Sette semplici passaggi per imparare a fare il pane da soli in casa usando esclusivamente il lievito madre

Segue dalla pagina: LIEVITO MADRE

Quarto passo – Come si impasta
Una volta trasferito il vostro impasto, ben unito al lievito madre, sulla tavola di legno, impastate per 15 minuti in questa successione: con tutta la mano per 5 minuti, con le nocche per 5 minuti, con i pollici per altri 5. Ultimo atto: sbattete con forza il vostro panetto di pasta per circa 2 minuti sul tavolo di lavoro per far si che la pasta madre sia ben compattata. Dovrete bagnare l’impasto costantemente e la farina, la sua consistenza risulterà essere sempre leggermente appiccicosa.

 

Quinto passo – La lievitazione
A questo punto date al vostro panetto una forma rotondeggiante, fate una croce sopra, bagnatelo con uno spruzzino e coprite con un canovaccio di tessuto grezzo possibilmente. Il vostro impasto deve  lievitare al calduccio e in penombra.

 


Sesto passo

Dopo almeno 12 ore di lievitazione, scoprite il vostro pane magicamente lievitato col lievito madre di casa vostra. A questo punto due sono le strade che potrete seguire: o rilavorate l’impasto per altri 10 minuti e coprite nuovamente facendo lievitare il tutto ancora per 3 ore; oppure infornate così com’è. Se sceglierete l’ultimo procedimento (ma vi consigliamo di provarli entrambi), ricordatevi di posizionare il panetto sulla teglia da forno appena impastato e prima di iniziare a farlo lievitare: questo per evitare che si appiccichi.
Se, invece, sceglierete la prima ipotesi, rilavorate la pasta per altri 5 minuti, date la forma che preferite alla pagnotta, fate di nuovo la croce, posizionatela direttamente sulla teglia da forno e fate lievitare ancora 3 ore. In entrambi i casi, prima di infornare spennellate di olio extra vergine d’oliva. In questo modo la pasta madre avrà il tempo di dare il meglio di sè.

 

Settimo passo
E ora vediamo la cottura della nostra pagnotta, fase importante e delicata. Due sono gli aspetti fondamentali in questa fase, che il forno sia già caldo quando infornate e che sia umido. Affinché sia umido, il consiglio è porre nel forno un contenitore di terracotta con dell’acqua e lasciarlo per tutta la durata della cottura. Il forno va scaldato a 200 gradi per 10 minuti, infornate a questa temperatura per altri 10 minuti. Abbassate a 180 gradi e fate cuocere per altri 20 minuti. A questo punto spegnete e lasciate il forno chiuso per altri 10 minuti: il vostro pane sarà pronto per essere sfornato!

 

Ecco il pane fatto con la pasta madre
Se non avete a disposizione la pasta madre, recatevi in un negozio di alimenti biologici e naturali ed acquistate il lievito madre essiccato o quello di kamut. Il procedimento per panificare rimane il medesimo.
Il pane è una magia e, come tale, risulta legato strettamente alla persona che lo produce. Il pane rispecchia incredibilmente il carattere di chi panifica: compatto e massiccio, friabile e fragile, alveolato e leggero. Non esiste il pane perfetto: l’esperienza e il farlo settimanalmente vi aiuterà a trovare piccoli esperimenti ed escamotage, ma due sono gli ingredienti che non potrete mai dimenticare: la pazienza e l’amore e… il lievito madre. La pasta vi percepisce, provate a sentire il suo calore e il suo lavorio mentre impastate. È proprio come una magia.

 

 

Vi presento la pasta madre
La pasta madre è composta da acqua, farina e un agente che fa innescare la vita: questo agente può essere un frutto, della birra, segale, miele.
Il lievito madre  vive nel vostro frigorifero ed è lì quando voi ne avete necessità, sempre disponibile. Vuole solo il nutrimento, ossia acqua e farina. Più vecchia la pasta madre è, più buona, stabile e affatto acida sarà.
Con lei potrete fare una cosa magica (e rivoluzionaria!) con le vostre mani: il pane fatto con la pasta madre. Quindi coraggio, procuratevi un buon lievito madre e incominciate e panificare anche voi!

 


LEGGI LA PRIMA PARTE DELLA RICETTA AL LINK: PASTA MADRE

 

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Giulia Landini

Giulia Landini

Blogger e giornalista, Giulia Landini si occupa di ecologia applicata. Sperimenta la decrescita, cucina sostenibile, l’autoproduzione in tutte le sue forme zappettando nel suo orto urbano e sperimentale di 60 metri quadrati. Scrive per Stile Naturale, L’Altra Medicina Magazine, Style.it, oltre a condurre corsi di panificazione naturale, cucina vegetariana e crudista, trasformazione alimentare, autoproduzione di detersivi naturali in tutta Italia. Nel suo blog, seminterra, parla di come portare la decrescita in casa propria divertendosi. È uscito il suo primo libro, ‘Ecologia del Risparmio’, per la casa editrice bolognese La Linea, dove parla di come vivere una vita a impatto zero. Anche per il portafoglio.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]