L’allopurinolo: unico rimedio per l’eccesso di acido urico

Allopurinolo il rimedio per chi mangia troppa carne. Chi soffre di infiammazione e dolori causati da un eccesso di acido urico nel sangue.

Allopurinolo: è l’unica cura possibile contro la malattia degli sportivi che mangiano molta carne. E’ un’eccessiva produzione di acido urico nel sangue che provoca fastidi dolorosi e infiammazioni talvolta invalidanti. L’acido urico si deposita nelle articolazioni sotto forma di cristalli e per evitare questi depositi c’è un solo farmaco di elezione che si chiama allopurinolo. Questo stato di cose, se non attentamente monitorate e curate può provocare patologie anche importanti come la calcolosi renali e la gotta.

 

LA EX MALATTIA DEI SIGNORI
La gotta non è infatti – come da molti ritenuta – una malattia del passato che colpiva anticamente i nobili, unici che si potevano permettere di mangiare carne.
Un’alimentazione ricca di proteine animali e una dieta sbilanciata particolarmente ricca di composti azotati (purine e proteine) può facilitare l’insorgenza dell’iperuricemia. Per ridurre i livelli di acido urico, pertanto a tavola si trova la prima cura con una grande limitazione al consumo di selvaggina, carni, pollame, pesce grasso, crostacei, salumi e insaccati, mentre andrebbero prediletti i cibi a basso contenuto di purine quali latte, uova, formaggi, verdure, frutta e pasta. Se però l’eccesso di acido urico è importante e le infiammazioni portano alla comparsa di noduli chiamati “tofi” che deformano anche la parte colpita – soprattutto articolazioni, tendini e lobo dell’orecchio – la soluzione è assumere allopurinolo.

 
TANTA ACQUA E ZERO ALCOL
L’aumento dei valori di acido urico può avere origine patologica, ma come abbiamo detto è soprattutto provocato da un alimentazione errata, da uno stile di vita scorretto e dall’abuso di alcol. Dolori articolari, ipertensione, coliche renali e un forte prurito possono essere campanelli d’allarme. Oltre ad una corretta alimentazione è importante assumere molta acqua, infusi e tisane ed evitare oltre all’alcol anche le bibite gassate. Per ridurre il problema oltre all’utilizzo dell’allopurinolo come farmaco d’elezione, in casi più blandi si può provare con i rimedi naturali. Il frassino e la betulla ad esempio, assunte in capsule, infusi o tinture sono le scelte d’elezione della fitoterapia.

 
SPORTIVI A RISCHIO
Gli sportivi rischiamo seriamente di andare incontro al problema se ascoltano le sirene che echeggiano nelle palestre dove si racconta che per aiutare i muscoli si deve mangiare molte proteine animali. E’ vero che le proteine sono indispensabili in quanto sono i ”mattoni” dei muscoli, ma da qui ad abusarne o assumere solo quelle animali ce ne corre! La gotta infatti esiste ancora eccome e una volta arrivata provoca dolorosissimi attacchi d’artrite che si può superare solo con l’utilizzo dell’allopurinolo. Meglio quindi prevenire e non credere a falsi miti.

 

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Nadia Fondelli

Nadia Fondelli

Giornalista viaggiatrice è fondatrice, redattore e direttore del magazine trilingue Toscana&Chianti News che ha contribuito a far crescere l’immagine della Toscana nel mondo e che nel 1996 è stato fra  i primi mensili italiani presenti sul web.Ha contribuito alla rinascita dello storico settimanale calcistico-satirico ll Brivido Sportivo, ha collaborato alla creazione de Il Reporter ed è stata caporedattore di Oriente Press.Attualmente dirige il mensile cultural-turistico on line The Tuscany e si occupa di terzo settore, sport e salute.All’attivo anche due libri: 80 anni di storia Fiorentina scritto col noto giornalista sportivo Paolo Melani e Chat-line, dalla trasgressione alla solitudine con la grafologa televisiva Mirka Cesari.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]