Le 10 lune della gravidanza

Cosa trovi in questo articolo

La gravidanza e la luna, un eterno abbraccio: la gravidanza è un evento nella vita di una donna, che ognuna può vivere in modo diverso e vario, ma che oggettivamente porta la donna stessa a scoprirsi in modo nuovo, a volte inaspettato, inedito.

Per molto tempo ho immaginato che, come il ciclo mestruale ha una sua natura ciclica, anche la gravidanza, in un certo modo, potesse averne una sua.

Così, da buona curiosa quale sono, ho preso il calendario dell’anno in cui è nata la mia seconda figlia della quale sapevo data di concepimento e data di nascita, e con non troppa sorpresa ho constatato che l’intuizione era giusta: 10 lune erano passate dal concepimento alla gravidanza.

Ho verificato, poi, anche con le date degli altri due miei figli, e ho visto che anche li potevo ritrovare queste 10 lune – nel mio caso abbondanti perché i miei figli sono tutti nati oltre le 41 settimane.

Mi piace, quindi, pensare di portare alle donne che vivono ora il tempo della gravidanza, o che lo vivranno in futuro, questa conoscenza, affinché ognuna di loro possa essere consapevole di questa ciclicità legata alle 40 – più o meno – settimane, alle 10 lune della loro gravidanza.

Vivere queste 10 lune come un appuntamento mensile, come un intimo incontro interiore tra se stesse e la Madre Luna, un incontro profondo e vero, in accoglienza del proprio sentire e delle proprie emozioni.

Voi, ma anche il vostro bimbo, ne trarrete grande beneficio; il bambino dentro il grembo materno, accoglie completamente le emozioni della madre, le vive perché intimamente connesso, le vive perché in totale apertura rispetto a voi e al tutto.

La Luna scandisce il tempo della gravidanza

Ogni lunazione, che segna poi il passare delle 40 settimane, vi accompagna, come una presenza certa e amorevole, nel vostro viaggio verso la nascita di vostro figlio, e alla vostra propria ri-nascita.

Proprio così, perché quando nasce un bambino, nasce anche una madre, nasce una parte nuova della donna, nasce una nuova modalità di essere coppia, famiglia; che il figlio sia il primo, il secondo, il terzo etc., non ha una grande rilevanza rispetto alla trasformazione che la nascita innescherà.

Ogni luna diviene un modo tutto speciale di avvicinarsi al proprio bambino, e con grande saggezza ogni luna porta una scoperta diversa.

Per questo il tempo della gravidanza è così importante e prezioso, perché è un tempo in cui gettare le basi per il nuovo che arriverà, per quanto questo nuovo sia difficile da toccare e da misurare prima; è un tempo per consolidare la coppia, ad esempio, per aumentare la comunicazione in famiglia, per imparare ad esprimere i propri bisogni, per imparare a riconoscere le proprie emozioni e dar loro un nome, per cercare di creare anche lo spazio per tutto ciò che sarà dopo.

La gravidanza dei papà

Io invito i papà, che non diventano padri quando prendono in braccio il neonato, lo sono fin da subito come la mamma, a condividere del tempo durante la gravidanza per creare una relazione con il bambino, e per accogliere la compagna nelle sue trasformazioni fisiche ed emotive; vivete anche voi queste 10 lune con la vostra compagna, lei si sta trasformando, il suo corpo fa spazio a vostro figlio, il suo cuore fa spazio a questo bambino, ascoltate cosa si muove dentro di voi, accogliete anche voi le vostre emozioni, date anche voi un nome a quello che sentite, e condividetelo insieme nella coppia.

Partecipate agli incontri di accompagnamento al parto, agli incontri sull’allattamento, informatevi, trovate il vostro modo di esserci. È un viaggio anche per voi questo, lo è per entrambi, anche se ha delle caratteristiche diverse, siate uniti nelle scelte, affidatevi al senso materno che è così prezioso e inestimabile. Il ruolo del padre per secoli è stato definito in modo rigido, in modo così poco rispettoso delle caratteristiche personali, che ha creato davvero delle rotture interiori negli uomini, che avrebbero voluto fare magari delle cose diverse, ma che non sono riusciti poi a realizzarle per paura del giudizio; riscattate, nuovi padri, il vostro modo di essere genitore, trovate il vostro centro che ha sede nel cuore, e lasciate che vostro figlio vi guidi.

Le informazioni che gravitano intorno ai neo genitori non sono sempre corrette

Nel mio lavoro di Doula, accompagno le madri nel viaggio della gravidanza, le sostengo nelle scelte, nel raccogliere informazioni, nel creare la loro rete di professionisti di cui potrebbero aver bisogno dopo la nascita.

Mi capita molto spesso in questa fase, di sentire da mamme e papà informazioni “tramandate” da familiari, conoscenti, cose che spesso sono solo riflesso di esperienze personali o comuni, ma che a volte hanno già il peso di una verità irreversibile, soprattutto in ambito familiare.

Ci tengo sempre a lavorare su questo aspetto, cioè sul precisare che ogni persona è un individuo diverso, unico, e che non è proprio così vero che se le nostre madri hanno vissuto talune esperienze in modo diretto, le dovremo vivere per forza anche noi.

Per questo invito ad informarsi bene dove ci sono dubbi, ad attingere anche a più fonti, a sentire profondamente ciò che si ha dentro e farsi guidare da questo sentire profondo, da questa propria guida interiore, un dono che tutti abbiamo e che dobbiamo solamente imparare a conoscere.

Che sia la scelta del ginecologo, dell’ostetrica, del luogo del parto, dell’allattamento e dell’accudimento, del percorso pedagogico ed educativo, ben venga la vostra naturale propensione di madre e di padre.

Come Doula sostengo la mamma e il papà proprio nel trovare la propria personale strada, di individuo e di famiglia, perché unico è il loro bambino.

 

Photo by Alexander Andrews on Unsplash

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Ricevi la newsletter sul mondo di StileNaturale

TI parliamo di sostenibilità...
e lo facciamo con Stile

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.