Il timo: il rimedio naturale per la digestione

Il timo pianta dalle piccole foglioline verde-grigio dal profumo intenso, unico e inconfondibile è adatto contro l’ansia, il gonfiore intestinale, il raffreddore e molto altro!

Il timo è pieno di virtù e tutte derivano dalla presenza dell’ittimmolo, potente antisettico, antispasmodico e vermifugo.

RIMEDI NATURALI: IL TIMO

Registrato nell’”Herbario novo” rinascimentale il timo era consigliato per combattere l’ansia e le infezioni alla vescica previa cottura nel vino. E’ anche un potentissimo digestivo e carmitivo molto efficace anche nelle infiammazioni delle vie respiratorie ed è quindi ottimo per combattere tosse, asma, bronchiti e raffreddori avendo anche capacità balsamiche.
Usato in formulazioni topiche è eccellente disinfettante per la pelle e stimolatore della circolazione sanguigna defatigando il viso. Il timo aiuta anche a combattere i capelli grassi, mentre con i decotti e gli infusi si curano piccole ferite e si disinfetta il cavo orale.

NEWSLETTER 1

CONTRO IL RAFFREDDORE
Il timo è molto presente anche nei ricettari. Il suo odore unico e riconoscibilissimo ne fa una spezia ideale per condimenti speciali di zuppe e minestre e al contempo protegge naturalmente l’organismo dalle malattie tipiche del raffreddamento invernale stimolando a lavorare al meglio il sistema immunitario.
GONFIORE ADDOMINALE
Il timo cura anche in cucina infatti, oltre a proteggerci dal freddo nelle zuppe, aiuta a eliminare il fastidioso gonfiore addominale che segue l’assunzione di legumi.
Molto utilizzato anche su carne arrosto e in umido, su pesce, verdure, funghi e oli aromatici.
PER VINI E LIQUORI
Il timo è ampiamente usato anche per profumare vini e preparare liquori e infine, il suo infuso è un ottimo sostituto di caffè e tè.
MISCELA D’ERBE
E’ protagonista della cucina francese dove è elemento dominante delle famose erbe di Provenza e utilizzato nella zahtar, miscela giordana nella quale il timo è la spezia principale, e nella dukka egiziana, dove si accompagna a cumino e coriandolo.

ALCUNE CURIOSITÀ
Gli antichi Egizi utilizzavano il timo per l’imbalsamazione ed era molto apprezzato in Grecia al punto che il miele con timo era considerato una leccornia.
I centurioni e i soldati dell’esercito romano si cospargevano la pelle con acqua e timo nella convinzione che la formulazione infondesse coraggio e vigore.
Nel Medioevo se ne poneva un rametto sotto il cuscino per tenere lontani i cattivi sogni e le signore lo ricamavano sulle insegne dei cavalieri come segno di buon auspicio.
Oggi è certo che, una piantina di timo posta sul davanzale tiene lontano gli animali fastidiosi, soprattutto la zanzara.

 

VIDEO TUTORIAL: Come fare il sale aromatizzato con le erbe aromatiche

LEGGI ANCHE

 

 

 

 

 

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Nadia Fondelli

Nadia Fondelli

Giornalista viaggiatrice è fondatrice, redattore e direttore del magazine trilingue Toscana&Chianti News che ha contribuito a far crescere l’immagine della Toscana nel mondo e che nel 1996 è stato fra  i primi mensili italiani presenti sul web.Ha contribuito alla rinascita dello storico settimanale calcistico-satirico ll Brivido Sportivo, ha collaborato alla creazione de Il Reporter ed è stata caporedattore di Oriente Press.Attualmente dirige il mensile cultural-turistico on line The Tuscany e si occupa di terzo settore, sport e salute.All’attivo anche due libri: 80 anni di storia Fiorentina scritto col noto giornalista sportivo Paolo Melani e Chat-line, dalla trasgressione alla solitudine con la grafologa televisiva Mirka Cesari.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]