Sapone di Aleppo: usi e costumi del sapone più antico al mondo

Il sapone di Aleppo affonda le radici nella storia del Medio Oriente dei suoi profumi e delle sue tradizioni. Vediamo come si realizza

Il sapone di Aleppo affonda le radici nella storia del Medio Oriente. Viene prodotto da artigiani locali che seguono con passione le antiche ricette trasmesse da padre in figlio.

Come viene realizzato
Vengono utilizzati solo ingredienti naturali, olio d’oliva, olio di bacche di alloro e la soda che viene tratta dal sale marino. Questa lavorazione particolare crea un prodotto unico al mondo: il sapone di Aleppo. Dopo la lavorazione degli ingredienti avviene la colatura per poi passare nelle sale refrigerate che consentono lentamente di disperdere il calore acquisito. Una volta freddati, i panetti vengono tagliati e messi a essiccare 10/ 12 mesi. E’ grazie all’essiccatura che il sapone acquista la sua fragranza e il colore scuro che è dovuto all’ossidazione degli ingredienti naturali.

Sapone di Aleppo: usi
Questo sapone biologico Najel non ha conservanti, profumi o additivi. E’ totalmente biodegradabile ed è anallergico. Ottimo per l’idratazione della pelle grazie all’olio che la nutre e la addolcisce, dando modo ai pori di dilatarsi per un apulizia più profonda.

Sapone di Aleppo: capelli
A questo proposito il sapone Najel viene utilizzato anche come maschera per il viso grazie all’abbondanza di Vitamina E e di polifenoli gli antiossidanti per eccellenza fautori del rallentamento dell’invecchiamento  sia della pelle che dei capelli. E’ risaputo che l’alloro gode di qualità antibatteriche e antisettiche, in modo naturale elimina i batteri e sgradevoli odori.

Sapone di Aleppo: brufoli
Inoltre l’olio di alloro è ricordato per le sue proprietà salutari: aiuta nel trattamento della psoriasi, eczemi e acne. In Siria viene utilizzato come sapone da barba oltre che per il lavaggio della biancheria.

Gli ingredienti
Gli ingredienti sono tutti naturali e Najel per i suoi saponi ha ottenuto  la certificazione Bio Organic Cosmetic e Ecocert. La delicata saponetta Najel contiene 45% di olio di bacche di alloro, 43% di olio d’oliva, acqua, soda. Niente altro.

 

 

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Giulia Bartalozzi

Giulia Bartalozzi

Giornalista, dal 2009 è responsabile della comunicazione per l’Accademia dei Georgofili (la più antica accademia del mondo che si occupa di agricoltura, ambiente e alimentazione) e per la Società Toscana di Orticultura. Per queste due prestigiose istituzioni, gestisce i rapporti con la stampa, i notiziari on-line (www.georgofili.info, www.georgofili.world, www.societatoscanaorticultura.it), le newsletter e i social network. Autrice di libri per bambini con 5 titoli pubblicati da Giunti. Appassionata di natura, arte ed enogastronomia.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]