Le pattumiere di New York diventano giardini

Cosa trovi in questo articolo

Michael Bernstein vive a New York e da dieci anni realizza i suoi giardini trasportabili piantati dentro bidoni dismessi e li vende a chiunque fosse interessa

Michael Bernstein vive a New York e da dieci anni realizza i suoi giardini trasportabili piantati dentro bidoni dismessi e li vende a chiunque fosse interessato. Sembra che le pattumiere nella Grande Mela siano molto in voga, visto che a Brooklin qualche anno fa le hanno riconvertite in piscine
Quanto sia alta la richiesta di questo tipo di prodotto a New York non lo si può dire. Forse avranno più successo i prossimi giardini che Bernstein ha in mente di realizzare per dare alla sua opera un tocco orientale, come ad esempio il giardino zen e un laghetto per le carpe koi giapponesi.Se la vostra città è una distesa di ferro e cemento senza aree verdi, forse il posto giusto per un po’ di vegetazione è il bidone della spazzatura. Michael Bernstein vive a New York e da dieci anni realizza i suoi giardini trasportabili piantati dentro bidoni dismessi e li vende a chiunque fosse interessato. Sembra che le pattumiere nella Grande Mela siano molto in voga, visto che a Brooklin qualche anno fa le hanno riconvertite in piscine 

Il progetto di Bernstein si chiama “Dieci yarde” è un po diverso, sembra più un opera di denuncia sociale per la mancanza di spazi verdi che un tentativo di abbellire la città. Un primo prototipo del progetto è stato esposto nel 2001 allo Sculpture Center di Long Island City.

I bidoni hanno un aspetto molto spartano e si presentano così com’erano quando svolgevano la loro classica funzione. L’unica differenza è che adesso contengono invece dieci yarde (questa è appunto la grandezza di ciascun recipiente) di foresta portatile che dopo essere stata consegnata a domicilio del richiedente potrà contribuire a portare nel vicinato un po’ di verde.

Quanto sia alta la richiesta di questo tipo di prodotto a New York non lo si può dire. Forse avranno più successo i prossimi giardini che Bernstein ha in mente di realizzare per dare alla sua opera un tocco orientale, come ad esempio il giardino zen e un laghetto per le carpe koi giapponesi.

Sito ufficiale: michael-bernstein

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Ricevi la newsletter sul mondo di StileNaturale

TI parliamo di sostenibilità...
e lo facciamo con Stile

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.