Come far durare a lungo la lavatrice e tenerla pulita

La lavatrice vive di più con… No, non utilizzando prodotti malsani e inquinanti per noi e l’ambiente, ma facendo accurate manutenzioni periodiche. Vediamo quali

Ecco a voi 4 mosse invincibili per pulire la lavatrice e farla durare nel tempo: se il vostro bucato ha cattivi odori, allora è molto probabile che la vostra macchina per lavare abbia bisogno di un bel trattamento a base di prodotti naturali…

Uno dei problemi più frequenti legati alla lavatrice è il calcare: le nostre acque sono spesso molto calcaree, e sarebbe importante conoscerne anche la durezza per sapere che detersivi e additivi naturali utilizzare per tenerla pulita. Sono facilmente reperibili in commercio dei kit finalizzati alla misurazione della durezza dell’acqua che scorre dai rubinetti di casa, il kit è generalmente composto da una provetta del volume di circa 20 ml e da un reagente.
Oppure si può chiamare il proprio Comune, chiedendo dell’apposito ufficio “Acque e acquedotti”, domandano appunto la durezza della propria acqua.

Un altro problema che riscontriamo nelle nostre lavatrici, oltre al calcare, sono gli odori: spesso, una volta terminato il bucato, i nostri indumenti, la nostra biancheria appena uscita dalla lavatrice è impregnata di strani odori non proprio piacevoli.
Perché accade questo?
Oltre al calcare, che si accumula nei filtri, nella lavatrice si agglomerano anche i residui di sporco, batteri, piccole parti di tessuti e fibre: l’insieme di tutta questa sporcizia può portare alla rottura della nostra lavatrice, ma anche a bucati maleodoranti.
L’eccessiva umidità, poi, porta alla formazione di muffe che possiamo riscontrare sia nella guarnizione dell’oblò che nella cassetta del detersivo e ammorbidente.

Affinché ciò non accada, occorre tenere la propria lavatrice sempre pulita e libera dal calcare.
Vediamo come fare per avere, quindi, una lavatrice pulita senza faticare troppo!

Controllare il filtro
Periodicamente, almeno una volta ogni tre mesi, estraete il filtro, controllatelo e pulitelo con dovizia. Se è molto sporco, incrostato di calcare, mettetelo in ammollo in acqua e acido citrico (200 gr su 1 litro di acqua demineralizzata).

Lavaggio a vuoto
Una volta al mese appuntarsi di fare un lavaggio a vuoto alla lavatrice.
Per fare questo si può scegliere una soluzione a base di acido citrico o dell’aceto.
Se opterete per l’aceto, scegliete quello di mele, acido al 5%, per cui meno corrosivo di quello classico: versatene 500 ml nella vaschetta del detersivo ed azionate il lavaggio almeno a 60 gradi.
Se invece utilizzerete l’acido citrico, versate 100 ml di soluzione (200 gr in 1 litro di acqua demineralizzata) sempre nella vaschetta della lavatrice e azionate il lavaggio a 60 gradi.

Attenzione alle guarnizioni e alle vaschette
Una volta ogni due mesi si consiglia di pulire le guarnizioni e le vaschette del detersivo e ammorbidente. Versare 50 cc di prodotto multiuso ecologico, di aceto, di acqua ossigenata a 12 volumi o di soluzione a base di acido citrico all’interno della guarnizione e far agire per 30 minuti: prendere quindi una spugna bagnata e pulire bene all’interno. Versare qualche goccia di multiuso ecologico o di acqua ossigenata a 12 volumi sulla spugnetta e detergere le vaschette: se presentano muffa, estraetele e mettetele in ammollo in acqua e aceto per qualche ora.

L’acqua che rimane nel cestello
Di tanto in tanto togliete i residui di acqua di accumulo nella lavatrice: azionare il programma ‘scarico acqua’ e l’acqua di troppo confluirà nel tubo di scarico. Inoltre, una volta finito il lavaggio e stesa la biancheria, non chiudete l’oblò, ma lasciatelo aperto per permettere l’asciugatura.

[section bg_color=”rgba(132, 194, 235, 0.16)”]

E se proprio non vuoi dedicare il tuo tempo per fare i 4 passaggi che ti ho scritto sopra e vuoi un prodotto pronto all’uso facile da usare e da ricevere a casa con un solo click allora leggi questo articolo:

La soluzione alla lavatrice che puzza!

[/section]

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Giulia Landini

Giulia Landini

Blogger e giornalista, Giulia Landini si occupa di ecologia applicata. Sperimenta la decrescita, cucina sostenibile, l’autoproduzione in tutte le sue forme zappettando nel suo orto urbano e sperimentale di 60 metri quadrati. Scrive per Stile Naturale, L’Altra Medicina Magazine, Style.it, oltre a condurre corsi di panificazione naturale, cucina vegetariana e crudista, trasformazione alimentare, autoproduzione di detersivi naturali in tutta Italia. Nel suo blog, seminterra, parla di come portare la decrescita in casa propria divertendosi. È uscito il suo primo libro, ‘Ecologia del Risparmio’, per la casa editrice bolognese La Linea, dove parla di come vivere una vita a impatto zero. Anche per il portafoglio.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]