Canestri d’intrecci insoliti e curiosi, l’arte di Roberto Bottaini

Cosa trovi in questo articolo

Vi voglio parlare di una tradizione che sta andando ad estinguersi: l’arte di intrecciare i canestri. Avvalendomi del ricordo di mio padre, mastro cestaio e documentandomi nelle biblioteche e nei musei dell’attività contadina, ho notato che esistono intrecci davvero strani e quindi ho dovuto rifarli con le mie mani e con i materiali della mia terra (la Toscana). Salici, olivi, canne, corniolo e quant’altro trovo nelle campagne e nei fiumi sono i materiali privilegiati per i miei canestri. Voglio darvi qualche cenno degli intrecci piu’ curiosi che ho trovato nei musei e su vecchie pubblicazioni e che , naturalmente, realizzo di nuovo. Il Graticcio: assai comune nella zona del Chianti, serviva per essiccare fichi, funghi, uva, pomodori, la sua forma “ a foglia” deriva dal fatto che i contadini, nelle giornate piovose, dopo aver fatto il pane usavano metterlo in forno (la temperatura tiepida favoriva l’essiccazione). La Bruscola: è un contenitore che veniva usato, legato alla vita, per la raccolta delle olive. La Campagnata: una cesta da fieno e foglie tipica della Garfagnana e dell’Appennino Tosco Emiliano. La casetta per gli uccelli: intrecciata e realizzata con salici e foglie di canna. La cesta da chioccie in Toscana detta Stia che serviva per mettervi la chioccia con i pulcini, i pulcini erano liberi di uscire dalla cesta, ma tornavano sempre dalla chioccia, era un modo per tenere riunita la famigliola, veniva poi usata per portare paglia e fieno, in qualche caso  venivano messi i bambini in piedi nel foro per aiutarli ad imparare a stare in piedi. Invito tutti coloro che hanno in mente un intreccio particolare (inerente il mondo contadino) di contattarmi alla mail [email protected]. Per info: www.cestitipicidipescia.it

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Ricevi la newsletter sul mondo di StileNaturale

TI parliamo di sostenibilità...
e lo facciamo con Stile

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.