Barchette di indivia con carote e fave, le cozze crudiste

Una deliziosa insalatina di fine primavera di Ma Vi Cucina Ecozoica che omaggia così i colori dell’estate

Un?insalatina di fine primavera di Ma Vi Cucina Ecozoica. Sfogliare il cespo di indivia, scegliere alcune foglie, lavarle bene e disporle su un piatto. Spazzolare una carota (se bio) oppure raschiarla un po? con un coltello, sciacquare e grattugiare grossolanamente. Spremere subito alcune gocce di limone per evitare l?annerimento. Sgranare un paio di baccelli di fava e togliere la pellicina esterna. Riempire le barchette con la carota grattugiata e disporre un seme di fava per ciascuna. Preparare un?emulsione con olio evo e acidulato di umeboshi sbattendo bene e aggiungendo un cucchiaio di acqua. Distribuire sulle barchette.Un pizzico di alga nori in fiocchi e a tavola! Man mano che arrivano i prodotti estivi l?indivia si può sostituire con foglie di cuori di lattuga e la fava con olive denocciolate verdi oppure pomodorini molto piccoli.

Un’insalatina di fine primavera di Ma Vi Cucina Ecozoica.

Ingredienti

  • Un piccolo cespo di indivia
  • Una carota
  • Un pugnetto di fave fresche
  • Olio evo (meglio bio)
  • Qualche goccia di limone
  • Un paio di cucchiai di acidulato di umeboshi
  • Un pizzico di alga nori in fiocchi

Procedimento
Sfogliare il cespo di indivia, scegliere alcune foglie, lavarle bene e disporle su un piatto. Spazzolare una carota (se bio) oppure raschiarla un po’ con un coltello, sciacquare e grattugiare grossolanamente. Spremere subito alcune gocce di limone per evitare l’annerimento. Sgranare un paio di baccelli di fava e togliere la pellicina esterna.
Riempire le barchette con la carota grattugiata e disporre un seme di fava per ciascuna.
Preparare un’emulsione con olio evo e acidulato di umeboshi sbattendo bene e aggiungendo un cucchiaio di acqua. Distribuire sulle barchette.Un pizzico di alga nori in fiocchi e a tavola!
Man mano che arrivano i prodotti estivi l’indivia si può sostituire con foglie di cuori di lattuga e la fava con olive denocciolate verdi oppure pomodorini molto piccoli.
Se l’alga non è gradita si può sostituire con spezie, per esempio comino, finocchiella oppure aneto.
Questa insalata mangiata a inizio pasto è un ottimo coadiuvante di una sana digestione, la carota ci prepara a ricevere l’abbronzatura estiva e le alghe sono ricche di calcio e vitamine. Una porzione abbondante preceduta da un frutto è un pasto leggero completo. L’acidulato di umeboshi ci consente di evitare il sale. Può essere presentata scherzosamente come versione crudista delle cozze gratinate e proposta ai bambini (e non solo!) come variopinta ma semplice alternativa al solito piatto di insalata verde!

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Chiara Chiaramonte

Chiara Chiaramonte

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]