Balneoterapia contro reumatismi, artrosi e dolori cervicali

Andiamo a scoprire tutti i benefici della balnoterapia, una delle panacee a tutti i mali più nota e conosciuta fin dall’antichità.

La balneoterapia consiste nell’immergersi, parzialmente o totalmente, in una vasca al cui interno è acqua termale a una determinata temperatura. I benefici che questa pratica dona sono numerosi sia fisici che psichici. Oltre che a essere rilassante e decontratturante questa pratica naturale è antinfiammatoria e agisce da cura e prevenzione per patologie quali: artrite reumatoide, osteoporosi, discopatie, artrite, borsiti, tendiniti, lombalgie e dolori cervicali.

SCOPRI TUTTO QUELLO CHE SERVE PER LA BALNEOTERAPIA

BALNOTERAPIA CASCATELLA
SCOPRI LA BALNEOTERAPIA CON I SALI DELL’HIMALAYA E I SALI DEL MAR MORTO  

COME SI FA E GLI EFFETTI

La balneoterapia sfrutta gli effetti della mineralizzazione delle acque per dare benessere. Ogni acqua minerale ha le sue proprietà terapeutiche attive e associa alle sue qualità specifiche gli effetti della mineralizzazione. Le acque utilizzate sono bicarbonato-alcaline, carboniche, sulfuree e solfato-salsobromoiodiche. Esistono poi varianti a seconda delle modalità di applicazione (durata, temperatura etc..) e del minerale specifico. L’applicazione più diffusa, specie nelle stazioni termali è quella dei bagni in acqua calda riscaldata in vasca o piscina. In linea generale per un ciclo completo ci si immerge per 10/15 giorni in acqua con 36-38 gradi di temperatura per un tempo di 15 20 minuti per una volta al giorno, meglio se a digiuno.

LEGGI ANCHE: I BAGNI DERIVATIVI COSA SONO E COME SI FANNO

BAGNI DERIVATIVI
BAGNI DERIVATIVI, COSA SONO, COME SI FANNO E PERCHÉ DISINTOSSICANO L’ORGANISMO

LE VARIANTI: IDROMASSAGGIO

Oltre alla balneazione tradizionali varie sono oggi le metodiche d’applicazione della balneoterapia fra cui sicuramente la più diffusa è l’idromassaggio.
Il massaggio in immersione è utilizzato sempre più il suo favorire la circolazione sanguigna. Lo si usa per problemi osteo-articolari quali osteoartrosi, reumatismi infiammatori cronici, reumatismi extrarticolari, esiti di traumi e di interventi chirurgici, edemi, riabilitazione motoria propriocettiva; per l’apparato circolatorio: flebopatia ipotonica costituzionale, sindrome varicosa, esiti di safenectomia e sindrome post-flebitica, arteriopatie obliteranti periferiche, fenomeno di Raynaud; per la cute con la sua azione detergente e tonificante e antiseborroica.

 

LEGGI ANCHE: SCIATICA, SINTOMI E RIMEDI

sciatica
SCIATICA: SINTOMI, CAUSE E RIMEDI NATURALI DELLA SCIATALGIA

LA GINNASTICA VASCOLARE IDRICA
La ginnastica vascolare idrica consiste invece nell’immersione alternata degli arti in acqua calda e fredda, rapidamente alternati. La si pratica in vasche dedicate alla temperatura a 40-42 gradi poi in un tempo di 3-5 minuti, la temperatura viene fatta scendere a 20 °C. Il procedimento viene ripetuto per 30 minuti. La variazione veloce di temperatura attiva la circolazione periferica con la dilatazione e costrizione alternata delle piccole arterie e dei capillari riducendo anche lo spasmo della muscolatura. Da questa tecnica di balneoterapia traggono vantaggio chi soffre di aterosclerosi, Morbo di Buerger, stasi linfatiche, edemi post-traumatici, flebopatia ipotonica e altri stati iniziali della di patologie venose. La doccia è infine una metodica ancora poco diffusa nelle stazioni termali italiane ma dai grandi effetti terapeutici. Tanti sono i tipi di docce che si differenziano per la forma degli erogatori e la pressioni dell’acqua. Con la doccia si sfruttano le rapide variazioni di temperatura e infatti esistono docce fredde (15-25 gradi) calde ( 38-44 gradi) e a rapida variazione di temperatura come nella celebre doccia scozzese.

 

LEGGI ANCHE: IDROTERAPIA, TUTTI I METODI

IDROTERAPIA
TUTTO SULL’IDROTERAPIA

CHI NON LA DEVE FARE

E’ bene specificare infine che la balneoterapia e i bagni termali sono per tanti ma non per tutti.
Sono assolutamente da evitare a chi ha patologie cardiache, ipertensione, deperimento fisico e alle donne in stato interessante.

 

LEGGI ANCHE

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Nadia Fondelli

Nadia Fondelli

Giornalista viaggiatrice è fondatrice, redattore e direttore del magazine trilingue Toscana&Chianti News che ha contribuito a far crescere l’immagine della Toscana nel mondo e che nel 1996 è stato fra  i primi mensili italiani presenti sul web.Ha contribuito alla rinascita dello storico settimanale calcistico-satirico ll Brivido Sportivo, ha collaborato alla creazione de Il Reporter ed è stata caporedattore di Oriente Press.Attualmente dirige il mensile cultural-turistico on line The Tuscany e si occupa di terzo settore, sport e salute.All’attivo anche due libri: 80 anni di storia Fiorentina scritto col noto giornalista sportivo Paolo Melani e Chat-line, dalla trasgressione alla solitudine con la grafologa televisiva Mirka Cesari.

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]