Gli afidi: come riconoscerli e prevenirli a cura di Coltivare l’Orto

Come affrontare gli afidi con i rimedi naturali e la lotta biologica. Una guida pratica per gli appassionati di orto e giardino

Potrebbe capitarvi, un giorno, di notare piccoli, piccolissimi insetti camminare indaffarati sulle vostre verdure. Sgradita sorpresa: sono arrivati gli afidi! Purtroppo questi insetti sono i parassiti delle piante più comuni ed è molto probabile che attacchino anche il vostro orto. Proviamo allora a vedere come sconfiggere questi ospiti indesiderati. Conosciamo il nemico! Il passo verso una vittoria certa è lo studio del nemico? Bene! Gli afidi, meglio conosciuti anche come “pidocchi delle piante”, sono lunghi da 1 a 4 mm circa e sono di vario colore: giallo, verde, nero, marrone. Alcune varietà di afidi hanno le ali, altre ne sono sprovviste. Solitamente l’afide nero aggredisce sia le parti epigee (cioè quelle fuori dal terreno) sia quelle ipogee (le radici) della pianta, mentre l’afide verde attacca solo le parti epigee. Oltre a indebolire la pianta, arricciando e seccando le foglie, gli afidi sono bravissimi (e ti pareva!) a trasmettere forme virali da una pianta all’altra.
Seguiamo le tracce
La prova più evidente dell’attacco degli afidi è, ovviamente la presenza stessa degli insetti su foglie, frutti e frutti. Questi parassiti si sviluppano molto velocemente e in colonie numerose: è difficile non notarli.
Esiste comunque un altro indizio, che potrebbe permettervi di individuare la presenza degli afidi quando ancora non è massiccia: le formiche. Se notate spesso delle formiche intorno ai vostri ortaggi, è probabile che presto compariranno anche i terribili afidi. Le formiche infatti vivono in simbiosi con questi parassiti: trasportano le larve di afide sulle piante e si nutrono della sostanza zuccherina (melata) che i parassiti producono.
Prevenire è meglio che curare
Anche se gli afidi parassiti comunissimi, potete sempre provare a prevenire i loro attacchi. Come?
Un metodo efficace è la “pacciamatura”, che consiste nel coprire il terreno intorno alla pianta con paglia o anche con un film di plastica nero. Surriscaldando il terreno, la pacciamatura protegge la pianta da molti parassiti e anche dalle erbe infestanti. Alcuni ortaggi però sono sensibili ad un terreno eccessivamente caldo e rischiano di appassire. Da evitare se le temperature sono già molto alte!

coltivareorto.it

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Redazione

Redazione

Dal 2009 Stile Naturale ti tiene aggiornato sulla green economy, la sostenibilità ambientale, i rimedi naturali e le guide pratiche. Stile Naturale è la tua guida pratica per l’ecologia moderna. Condividi con i tuoi amici le nostre pagine e facci conoscere i tuoi pensieri sui commenti!

commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.

Bentornato!

Inserisci i tuoi dati per accedere:

[wlm_loginform]