• Profumatori per ambienti naturali con olio essenziale
  • Come si utilizzano i fondi di caffè: in casa, in giardino, nella cosmesi
  • Latte di soia: come farlo in casa in modo naturale
  • Lo shampoo fai da te: 4 modi per autoprodurlo
  • Come fare il pane con il metodo della piegatura
  • Pulizia del viso: come fare una maschera viso fai da te per combattere l'acne
  • Ricetta, Torta di mele e yogurt senza uova
  • Come risparmiare in casa: ecco la lista dell'Eco-spesa
  • Come utilizzare l'aceto per la cura della persona e della casa
  • Seitan fatto in casa: come prepararlo con le proprie mani
  • Come fare il pane con il lievito madre e la pasta madre. In 7 mosse, dalla farina al forno!
  • Festa della donna, piccoli doni rurali per festeggiarla
  • Eco sesso: dal porno veg ai frustini fatti con le camere d'aria riciclate
  • Lievito madre, ricetta della focaccia veloce
  • Colazione veloce e sana: impara a farla senza sprechi
  • Ghiaccio floreale per dissetanti spremute da cocktail
  • Come fare un formaggio spalmabile risparmiando
  • Erbe selvatiche commestibili: quali mangiare e raccogliere a marzo (prima parte)
  • Come utilizzare l'acqua del condizionatore
  • I mille modi per utilizzare la cipolla: dalla pulizia delle pentole a rimedio contro la forfora
Scorri indietro Scorri avanti

Come fare il gomasio per le ricette vegan

Un'alternativa salutare, naturale e poco costosa al sale è il gomasio. Questa polverina facilmente realizzabile nelle nostre cucine è un forziere di sostanze nutritive, sali minerali e vitamine

Come fare il gomasio per le ricette vegan


La cucina naturale prevede l'esclusione di alcuni degli ingredienti maggiormente impiegati nei nostri manicaretti: uno di questi è il sale. Il sale è ovunque, soprattutto nei cibi precotti e confezionati, negli insaccati, per cui diventa molto importante limitarne l'uso a tavola.
Molti sono i modi per rimpiazzare la magica polvere bianca dei mari che rende saporito qualsiasi piatto, in vostro aiuto potrete chiamare innanzi tutto la voglia di ritrovare i sapori genuini di ogni ingrediente, poi le spezie italiane e non, le erbe, i brodi vegetali cucinati da voi e poi c'è il gomasio.

Il gomasio è una polvere di semi di sesamo e sale, proviene dal Giappone, goma significa sesamo, mentre shio sale. È versatile e salutare per diversi motivi, prima di tutto perché insaporisce pietanze di qualsiasi tipo, poi perché il sesamo è un meraviglioso seme che madre natura ci ha donato.

Il sesamo è un ottimo ricostituente sia per le piastrine del sangue che per l’emoglobina; utile per la milza, sistema nervoso, muscoli, pelle, ustioni, porpora emorragica; contiene calcio, fosforo, acido linoleico, vitamine  B, E e D, istamina. È un vero forziere di nutrienti. Proprio per questi motivi il gomasio è un alimento completo, facilissimo da preparare e poco costoso.

COME SI PREPARA  IL GOMASIO

Innanzitutto, acquistate semi di sesamo biologici e sale marino integrale. Questo è tutto ciò che vi occorre, insieme a un mixer: i giapponesi utilizzano il suribachi e il surikogi, il primo è un mortaio di terracotta, il secondo un pestello di legno tozzo. In mancanza di questi due oggetti, va benissimo un comune frullatore.

GLI INGREDIENTI
Per ottenere circa 100 grammi di gomasio occorrono 7 cucchiai di sesamo e 1 cucchiaio di sale. Le proporzioni da osservare sono sempre da un minimo di 6 parti di sesamo a 1 di sale, a un massimo di 20 parti a 1.

SI TOSTA
Lavate il sesamo, asciugatelo e mischiatelo al sale marino integrale. Stendete il composto su una teglia da forno e fate tostare a 100 gradi per un massimo di 15 minuti (non fatelo mai fumare o abbrustolire perché potrebbe rilasciare il sesamolo, sostanza amara e Tossica).

foto_1_-_infornare_i_semi_di_sesamo_e_sale_400_01

Una volta tostato il tutto, fate raffreddare.
foto_2_il_composto_leggermente_tostato_400

MIXARE
Ponete il vostro composto nel mixer e frullate fino a quando otterrete una polvere non troppo fine e leggermente oleosa.
foto_4_-_il_composto_triturato_400

Il gomasio è pronto! Potrete conservarlo in un barattolo di vetro posto in frigorifero per otto giorni.
foto_5_-_il_composto_nel_barattolo_di_vetro_400


like facebook Chiudi Finestra