• Peperoncino piccante per maschere, antidolorifici e antiparassitari. Le mille doti dei peperoncini verdi e rossi
  • Frutta secca: come prepararla in casa propria
  • Colazione veloce e sana: impara a farla senza sprechi
  • Lo shampoo fai da te: 4 modi per autoprodurlo
  • Come farsi gli assorbenti lavabili da sole: come farli, con quali materiali, come si usano, i tutorial
  • Guida agli usi alternativi del pomodoro
  • Come fare il pane con il lievito madre e la pasta madre. In 7 mosse, dalla farina al forno!
  • Sudorazione mani: come eliminarla in modo naturale
  • Dado fatto in casa, tutti i modi per autoprodurlo
  • Per eliminare i cattivi odori usa il burro scaduto
  • Come risparmiare sulle pulizie domestiche utilizzando la spugna di luffa
  • Latte di riso: la ricetta per autoprodurlo in casa
  • Forfora, i rimedi naturali: dall'ortica alla barbabietola
  • Cuscino allattamento, come scegliere quello perfetto per la gravidanza
  • Tutti gli usi del tarassaco, la pianta che purifica
  • Come risparmiare con l'autoproduzione
  • Dalle bolle di sapone alla pasta da modellare: come fare in casa i giochi ecologici
  • Le vacanze con il cane: alberghi, spiagge e autogrill dove portare l'amico a 4 zampe
  • Cura dei capelli, acqua di riso fermentato per farli splendere
  • Come colorare i capelli in modo naturale
Scorri indietro Scorri avanti

Come farsi gli assorbenti lavabili da sole: come farli, con quali materiali, come si usano, i tutorial

Ogni donna utilizza nella vita 12.000 assorbenti usa e getta ai quali ci vorranno 500 anni per smaltirsi. Qui una guida per farsi da sole gli assorbenti igienici lavabili

Come farsi gli assorbenti lavabili da sole: come farli, con quali materiali, come si usano, i tutorial


Amiche di Stile Naturale vi è mai capitato di quantificare il numero di assorbenti che utilizzate ogni qual volta che avete il ciclo mestruale? Sembrebbe proprio che una donna nel corso della sua vita fertile usa in media qualcosa come 12.000 assorbenti usa e getta, che impiegano dai 6 mesi degli assorbenti interni ai 500 anni dei classici assorbenti per essere completamente smaltiti, andando ulteriormente ad incrementare il numero di rifiuti  nelle discariche.

Se desiderate vivere una vita fertile in maniera "responsabile" e ve la cavate con la macchina da cucire, con un pizzico di creatività e tanta pazienza, riuscirete a dare vita ad una valida alternativa all'utilizzo degli assorbenti usa e getta fabbricando con le vostre mani degli assorbenti lavabili.
Scegliere di produrre degli assorbenti lavabili da sole rappresenta un vero e proprio investimento, non solo per quanto riguarda la vostra salute, anche per quanto riguarda la parte economica visto il periodo di crisi. Una volta realizzati, infatti, la preoccupazione di averli finiti nel momento in cui vi occorrono sparirà ammortizzando il costo negli anni.

I MATERIALI
In questo articolo troverete alcune semplici indicazionisu come fare gli assorbenti lavabili. Innanzitutto occorre individuare il materiale con cui volete realizzare l'assorbente, naturalmente ogni donna individuerà il tessuto che la farà sentire a proprio agio, di solito viene adoperato del cotone organico che richiede una manutenzione estremamente semplice e non provoca irritazioni alle parti intime.
In alternativa è possibile adoperare anche del pile, che con la sua grande assorbenza permette alla pelle di rimanere asciutta, facilmente sostituibile dalla flanella, dalla ciniglia o dalla spugna di cotone...vi consigliamo di sbirciare negli armadi per reperire del materiale avanzato con cui cucire i vostri assorbenti lavabili.

IL CARTAMODELLO

Il secondo step è quello di procurarvi un cartamodello da cui prendere ispirazione per disegnare il vostro assorbente lavabile a seconda delle esigenze se avete un po' di dimestichezza con la lingua inglese digitando su un qualsiasi motore di ricerca la parola chiave "free menstrual cloth patterns" troverete una vasta scelta di cartamodelli.
A concedere gratuitamente cartamodelli per ogni occasione e tipo di flusso mestruale, inclusi anche i salvasplip, il blog: http://agofollia.blogspot.com/. Ricordiamo che ogni cartamodello è coperto da copyright, quindi non usateli per scopi commerciali.

LA REALIZZAZIONE: I TUTORIAL
Una volta munite di tutto il materiale non vi resta che mettervi a lavoro abbiamo individuato per voi dei tutorial dettagliati da cui potere prendere spunto per iniziare a fabbricare l'assorbente lavabile.
Una descrizione dettagliata e corredata da foto che mostrano passo dopo passo la fase di realizzazione dell'assorbente è sicuramente http://www.lacasanellaprateria.com/2008/11/proteggislipassorbenti-lavabili-come-farli-da-se/.
Un ottimo tutorial da prendere in considerazione all'interno del blog, conosciuto per sue lezioni guidate su come si confezionano vari prodotti eco-alternativi, http://tretopini.blogspot.com/2008/11/come-confezionare-un-assorbente.html



LA MANUTENZIONE
Quando avrete tra le mani il prodotto ultimato dovrete provvedere ad un'adeguata manutenzione per far si che durino a lungo.
Avendo adoperato puro cotone organico per rimuovere buona parte del sangue occorre immergerlo in una bacinella con acqua fredda e bicarbonato, oppure con un sapone da bucato, e metterlo in lavatrice da soli o con altri capi a 50/60°C.
Cercate di non lasciare mai che il sangue si secchi a contatto con l’aria, inoltre, vi consigliamo di evitare l'uso dell'ammorbidente nel lavaggio poichè andrà a ridurre la capacità di assorbenza del tessuto. Lasciateli asciugare all'aria aperta.
In questo modo torneranno morbidi e resistenti come quando li avete indossati per la prima volta.

 
Maria Giovanna Tarullo
 


like facebook Chiudi Finestra