Il crescione: il talismano della salute

Cosa trovi in questo articolo

Il crescione è una miniera attiva di vitamine e sali minerali. Indicato per gli anemici abbassa la glicemia e favorisce la digestione. Nell’articolo: usi, benefici e ricette

Vi sono tre differenti piante erbacee comunemente chiamate crescione: il Crescione d’acqua o Nasturtium officinale, che si raccoglie nella stagione invernale-primaverile e cresce spontaneo lungo i ruscelli; il Crescione inglese o agretto (Lepidum sativum), più piccolo e con foglie ovali e sottili. Originario dell’Asia Minore e dell’Africa settentrionale, ha un periodo vegetativo molto breve e quindi si può coltivare anche in spazi molto ristretti, per esempio cassette o vasi non molto profondi; Crescione dei prati “Cardamine sativum o pratensis”,  che cresce allo stato selvatico nei prati soleggiati; lo stelo è molto lungo e in alto ha foglie piuttosto larghe, mentre alla base sono più piccole; produce piccoli fiori bianchi o rossastri che nel ‘700 erano reputati stimolanti, diuretici e antispasmodici (molto utilizzati, allora, nell’epilessia infantile come riporta Antonio Targioni Tozzetti nel suo Corso di botanica medico-farmaceutica, Firenze 1847)

NEWSLETTER 1

I BENEFICI DEL CRESCIONE
Il crescione è una miniera di preziosi nutrienti: vitamine C, A, B1, B2, B3, PP, E e carotene, minerali come ferro, fosforo, rame, zinco, calcio. Grazie alle sue composizioni chimico-biologica, il crescione favorisce la digestione, è un tonico, remineralizzante, diuretico, depurativo, cura l’anemia e contribuisce ad abbassare la glicemia. Le sue proprietà si sviluppano però soltanto dal prodotto fresco, seccato diventa inerte.

IL CRESCIONE NELLA STORIA
Il crescione è una pianta conosciuta e consumata già in tempi antichi: pare che i Persiani lo facessero consumare ai bambini, ritenendo che crescessero più sani, mentre i Romani lo consideravano un potente afrodisiaco e un rimedio essenziale contro la forfora e la caduta dei capelli.

L’USO DEL CRESCIONE IN CUCINA

Le foglie di crescione d’acqua, mangiate fresche in insalata, arricchiscono l’organismo di vitamine e sali minerali e hanno proprietà depurative a livello intestinale e renale. Il crescione inglese vanta prevalentemente proprietà depurative e diuretiche. Aiuta, inoltre, a combattere astenia e senso di debolezza fisica. Per le sue qualità disintossicanti viene spesso consigliato ai fumatori. Il crescione  ha un sapore aromatico, pungente, che richiama un po’ quello della senape e per questa sua caratteristica è spesso utilizzato per dare più sapore a formaggi freschi. Viene, inoltre, usato nelle insalate, in salse per aromatizzare il pesce, per arricchire frittate e quiche o anche per guarnire i piatti. Gli scandinavi lo utilizzano molto insieme alle carni. In Romagna esiste una variante della piadina chiamata “crescione”, che si prepara farcendo la sfoglia e ripiegandola su se stessa prima di cuocerla: uno degli ingredienti con cui questa specialità è generalmente farcita è appunto il crescione.

 

LA VICEO RICETTA DELLA PIADINA CON IL CRESCIONE

LA CURIOSITA’
Nell’antica Roma si credeva che il crescione inglese restituisse il senno ai pazzi e dunque, per bollare i folli e i codardi, si rivolgeva loro la frase “mangia un po’ d’agretto” che aveva un significato dispregiativo.

RICETTA AL CRESCIONE
Sugo di ricotta aromatizzata con crescione, erba cipollina, pomodori secchi, olive e pepe.
Tritare con un coltello le olive denocciolate, i pomodori secchi, il crescione d’orto e l’erba cipollina (ovviamente, il quantitativo dipende dal peso della ricotta che si intende aromatizzare). Mettere la ricotta in una ciotola con tutti gli ingredienti e mescolare fino a incorporare bene il tutto. Utilizzare il composto così ottenuto per condire della pasta lunga o corta, senza scolarla troppo.

Categorie:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi la newsletter sul mondo di StileNaturale

TI parliamo di sostenibilità...
e lo facciamo con Stile

ami la natura?
coccolati con un detersivo naturale

ACCETTAZIONE E RINUNCIA DEI COOCKIE

Proseguendo nella navigazione su questo sito, chiudendo la fascetta informativa o facendo click in una qualsiasi parte della pagina o scorrendola per evidenziare ulteriore contenuto, si accetta la Cookie Policy e verranno impostati e raccolti i cookie. In caso di mancata accettazione dei cookie mediante abbandono della navigazione, eventuali cookie già registrati localmente nel Suo browser rimarranno ivi registrati ma non saranno più letti né utilizzati da noi fino ad una successiva ed eventuale accettazione della Policy. Lei avrà sempre la possibilità di rimuovere tali cookie in qualsiasi momento attraverso le modalità citate.