• Come riciclare i tubi delle patatine
  • I mille modi per utilizzare la birra: dalla pulizia dei mobili a balsamo per i capelli
  • Come farsi gli assorbenti lavabili da sole: come farli, con quali materiali, come si usano, i tutorial
  • Ghiaccio floreale per dissetanti spremute da cocktail
  • Il dentifricio fai da te lo puoi preparare in casa. Guida al colluttorio e al dentifricio naturale
  • Percarbonato: tutti gli usi dello sbiancante naturale
  • Come risparmiare in casa aggiornando le spese familiari
  • 10 libri sull'autoproduzione e decrescita che non possono mancare nella vostra libreria
  • Rimedi e trappola contro le zanzare: sei alternative naturali
  • Come essere risparmiosi al mare con il riciclo creativo
  • Tutti gli usi del tarassaco, la pianta che purifica
  • Come riciclare le palline da tennis usate
  • Idee regalo per Natale, economiche e fatte in casa
  • Come si utilizzano i fondi di caffè: in casa, in giardino, nella cosmesi
  • I mille modi per usare il sale da cucina: dalla pulizia del forno all'eliminazione delle erbacce
  • Ricette vegetariane: cosa non deve mancare nella dispensa del bravo vegetariano
  • Come utilizzare l'acqua del condizionatore
  • Lo shampoo fai da te: 4 modi per autoprodurlo
  • Come fare un formaggio spalmabile risparmiando
  • Bioedilizia e case ecologiche: guida all'acquisto di una casa naturale
Scorri indietro Scorri avanti

Cucina naturale: riso all'ortica alla maniera dell'Engadina

Una ricetta curiosa fatta con le erbe mangerecce di campo: in Svizzera l'ortica si sbollenta e si congela per i mesi invernali

 Cucina naturale: riso all'ortica alla maniera dell'Engadina


Questa è una ricetta poco conosciuta in Italia, invece in Svizzera addirittura l'ortica la sbollentano e la surgelano per preparare questo piatto anche in dicembre.

Cucina naturale: riso all'ortica alla maniera dell'Engadina



Per 4 persone:

3 etti di riso semintegrale

1 patata ed 1 carota grandi

abbondanti cime di ortica (circa 3 etti)

4-500 gr di formaggi stagionati misti, tipo emmenthal, fontina o toma stagionata

 (nella ricetta originale viene fatta utilizzando gli avanzi dei formaggi)

2 spicchi d'aglio

olio

sale

Bollire il riso e quando è quasi a fine cottura aggiungere le ortiche, finire di cuocere e scolare. A parte lessare la patata e la carota tagliare a dadini (la carota che ha un tempo di cottura un pò più lungo tagliatela a pezzi più piccoli). Tagliare a dadini anche i formaggi. Mettere questi ingredienti in una pirofila bassa e larga, in modo che risulti uno strato di 2-2,5 cm, salare e mescolate bene. Rosolare l'aglio nell'olio, versatelo sul riso in maniera uniforme ed infornate per circa 20 minuti, intanto che i formaggi saranno fusi e si sarà formata in superficie una crosticina dorata.


Cristiana Betti


 
Leggi le ricette de Il Giardino delle Naiadi

Dana Garden Design






like facebook Chiudi Finestra