• Yogurt di soia con fermenti lattici vivi fatto in casa
  • I mille modi per usare il sale da cucina: dalla pulizia del forno all'eliminazione delle erbacce
  • Ghiaccio floreale per dissetanti spremute da cocktail
  • Erbe selvatiche commestibili, quali raccogliere a giugno
  • Come fare la colla in casa con farina, amido, aglio o riso. Guarda i video!
  • Guida agli usi alternativi del pomodoro
  • Erbe selvatiche commestibili: quali mangiare e raccogliere a marzo (prima parte)
  • Come risparmiare con l'autoproduzione
  • Come si utilizzano i fondi di caffè: in casa, in giardino, nella cosmesi
  • Aceto, limone, acido citrico e bicarbonato per fare il bucato
  • Pulisci la tua casa con le spezie, gli agrumi e gli oli essenziali
  • Riciclare piatti di plastica e di carta
  • Pulizia del viso: come fare una maschera viso fai da te per combattere l'acne
  • Come fare un formaggio spalmabile risparmiando
  • Come pulire il marmo in modo naturale: una guida al risparmio
  • Passiflora caerulea: come fare una composizione floreale
  • Detersivo fatto in casa: come fare il detersivo per lavatrice  a 45 centesimi a litro
  • Tutti gli usi del tarassaco, la pianta che purifica
  • Come preparare il dedodorante fai da te con l'allume di rocca
  • Come pulire e ravvivare il parquet naturalmente
Scorri indietro Scorri avanti

Una casa di canapa? In Sud Africa, si può!

La bio casa è interamente costruita con hempcrete un truciolato ottenuto dal gambo della cannabis sativa. Di canapa anche tendaggi, la tappezzeria e le lenzuola

Una casa di canapa? In Sud Africa, si può!


Se pensate che canapa sia solo un sinonimo per marijuana, vi state sbagliando. La cannabis sativa si sta affermando in tutto il mondo come una risorsa naturale ed ecologica destinabile a diversi impieghi.
Quest’ultima è utilizzabile in cucina, nel tessile, come biocombustibile e nella bioedilizia.

Un esempio di casa biocompatibile realizzata con fibre e materiali derivanti dalla canapa viene dal Sud Africa, più precisamente a Noordhoek, vicino a Città del Capo.
Le pareti sono realizzate in uno speciale cemento naturale detto hempcrete che si ottiene dalla mistura tra il truciolato estratto dal gambo della pianta e della calce.



Le pareti realizzate con questa tecnica sono a basso impatto ambientale perché prodotte senza rilascio di anidride carbonica e anche perchè permettono alla casa di mantenersi fresca d’estate e calda d’inverno. In canapa sono realizzati anche i tendaggi, la tappezzeria le lenzuola e altre suppellettili.

L’unico neo è che la canapa utilizzata nella costruzione non è stata coltivata localmente a causa delle restrizioni ma importata dalla Francia. In ogni modo la casa di Noordhoek è uno dei tanti esempi di come sia possibile utilizzare questa risorsa che è stata definita come il materiale ecologico perfetto ma su cui gravano ancora tanti pregiudizi e poca informazione.


Letizia Materassi



like facebook Chiudi Finestra